Pioli, premio Bulgarelli: il Milan e un voto-scudetto

L’entraîneur milanais a reçu le prix Bulgarelli pour Tonali et Raspadori. Et j’essaie de préparer le vélo avec l’amico Cassani. C’è un vote-scudetto en vue ?

L’émotion a voix. “Quand est-ce que je crois vraiment tout le scudetto? Dall’inizio – dit Stefano Pioli -: i giocatori lo sanno. In tutti i nostri locali avevamo piazzato la classifica dell’anno scorso con 79 punti, per scalarla, e ogni volta chiedevo “Vorreste arrivare secondi?” Tutti dicevano di no. Ci abbiamo creduto, abbiamo distrato e abbiamo vinto meritatamente. Senza la fiducia di Maldini e Massara non sarebbe stato tutto possibile: i ragazzi sono stati fantastici, ma senza di loro tutto non sarebbe stato possibile. premier personne alla quale ho pensato al triplice fischio è estato mio padre. Il tatuaggio ? Il a une grande signification aussi parce que l’ho fatto vicino ad altre cose beauty that I have per me. Ora è giusto che ce la godiamo e poi il 4 luglio ripartiamo En Europe, nous riusciremo a dire la nostra”.

le vote

Eccolo il campione d’Italia Stefano Pioli, entraîneur du champion d’Italie de Milan. Stefano che poi salue Davide Cassani. Une raison c’è : l’amicizia certo, ma poi si racconta che l’allenatore del Milan scudettato “spanerà” un domani perché bike forse c’è un “voto-scudetto” da fare. Pas du coup. Un « vote » qui communique est secret, mais maintenant. Stefano Pioli retourne à Bologne et s’il affaccia nella Sala della Regione per il Premio Bulgarelli attorno alle 14,30: abbraccia tutti, sorride, ringrazia, Bologna l’ha vissuta also lui sulla panchina, de 2011 à 2014 oltre ad aver vinto in rossoblù championnat Allievi Nazionali en 2001. “Vanno fatti i complimenti a Pioli, unomo della nostra regione, e al Milan per lo scudetto” fa gli honori di casa il Governatore Stefano Bonaccini. C’è Fabio Capello che parla di Giacomo Bulgarelli (“Un valore umano che ti arrichiva e sono heureux que ce prix si je rentre chez moi, nella Regione Emilia Romagna”), c’è Giacomo Raspadori e manca Sandro Tonali, oltre all’ad de Bologne Claudio Fenucci.

raspori

S’il commence par l’attribution du prix miglior mezzala : Sandro Tonali succède à Xavi, Pirlo, Yaya Touré, Pogba, Iniesta, De Rossi, Barella, Manuel Locatelli. “Noi i award li abbiamo scelti tre mesi fa – dit Fabio Capello -: quindi Stefano quando sei stato scelto non eri ancora campione… E ache tu Raspadori. Come vedete sono scelte che portano bene”. Per primo vient la lauréate Piovani, remplisseuse du femminile Sassuolo; e proprio per il Sassuolo ecco Giacomo Raspadori, à qui Capello prédit un grand avenir. “Le ringrazio – dit l’attaquant de neroverde all’ex tecnico – : essere qui a Bologna è come essere a casa, se l’impressione che avete circa la mia persona di ragazzo a posto, positive, è un orgoglio. Che stagione è stata Important: merci à Sassuolo, à Dionisi et compagnie pour la fortune et la possibilité de se rencontrer dans le spectacle, et per i giovani ce n’est pas une chose manquante, étant donné que lors de la première erreur, la bonne chose est, le spazio spesso non c’ è. A me è stata data l’opportunità di fare i giusti step e ogni giorno ho cercato di aggiungere un gradino in più ogni giorno. Giocheremo con la Germania nella mia Bologna? Speriamo di fare bene, certo…”. Eh bien, j’ai reçu le prix pour Sandro Tonali en tant que son miglior “Number Eight” qui envoie une vidéo: “Ciao a tutti, je recevrai ce prix et c’est un honneur que je partagerais avec toute la squadra”. Poi, ecco il grande invité. Et décerné comme miglior technique. Stefano Pioli est frais de la victoire du scudetto. La motivation: en 2019, il est arrivé avec la considération du brave allenatore et en trois ans, il a réalisé un véritable miraculeux sportif et un capolavoro, après la motivation de Matteo Marani. “Oggi – dit dans giacca chiara e camicia bianca – si vous complétez une riche stagione di soddisfazione, la migliore che potessi mai immaginare. Non sono estato così attento e sveglio ma lo me dovevo immaginare : quest’inverno ho a reçu le prix Liedholm, poi lo scudetto, maintenant le prix Bulgarelli et essere accostato une personne avec élégance, style, est un véritable honneur”.

Europe et médaille

Stefano Bonacini intervient : “Ci dividono pochi chilometri come luoghi di nascita – dit le Governatore su se stesso e Stefano Pioli – : lui faceva giocare i giovani del Modena e li faceva giocare bene. Gli dico bravo e gli do un merito straordinario perché non erano favoriti, et cela a montré que le type de cavalcata a du fatto. Poi, espérons-le, pas ne vinca tanti di scudetti” conclut Bonaccini da… juventino. Ed ecco ancora Stefano Pioli: “Je reviendrai également à Bologne in cui sono stato bene, je recevrai ce prix et c’est davvero bello. venus cercando di capire come avrebbe reagitado la squadra alla sconfitta con l’Inter: pochi giorni dopo avevamo la Lazio, credo siano stati giorni tosti ma poi felici… Risvegliarsi con lo scudetto? heureux sur la route.” Quand ai-je vraiment crédité ? Dall’inizio : i giocatori lo sanno. In tutti i nostri locali avevamo piazzato la classifica dell’anno scorso con 79 punti, e ogni volta chiedevo “Vorreste arrival secondi” ? Tutti dicevano dit non. Ci abbiamo creduto, abbiamo dimostrato et abbiamo vinto meritatamente. Senza la fiducia di Maldini e Massara non sarebbe stato tutto possibile. Un remplisseur est courageux quand je le tiens, car il est facile de tenir un technicien qui a gagné ; et courageux aussi et mes giocatori ma un grand merci à mes dirigeants. E’ estato un percorso longo, ogni giorno i miei giocatori sono andati in campo con la voglia di migliorarsi. Un livello mentale était prompt et consapevole di poter vincere. Toujours. L’anno prossimo ? Vogliamo essere protagonisti également en Europe, abbiamo le conoscenze tecniche per fare bene. Le tatouage ? Il y a aussi une grande signification parce que j’ai de gros voisins ad altre cose belle que j’ai par moi. Ora è justo che ce la godiamo e poi il 4 luglio ripartiamo. La chorale « En feu » ? Incredibile perché non l’hanno fatto ieri ma molto prima : cela signifie que je suis entré dans le perroquet cuore da tempo senza aver vinto nulla. Appena finita la partita ho pensato a mio padre… La medaglia me l’hanno ridata”.

.

Leave a Comment