Padel, l’intervista: Adani e l’amore per la racchetta

L’ex giocatore e opinionista raccounta delle sue grandi passioni: “Sport magico, difficile toglierselo dalla testa. Il tormentone sul servilismo? Bellissimo vederlo fare a scuola davanti alla prof ea due signore anziane”

Giuseppe Di Giovanni

Ancien giocatore, noto opinionista, oggi volto di RaiSport et mattatore della Bobo TV, insieme ai suoi amici Bobo Vieri, Antonio Cassano et Nicola Ventola. Lele Adani n’a pas payé sa passion pour le padel, car son passe-temps initial est toujours de profiter de la position centrale de l’ancien Difensore de l’Inter et de la Fiorentina. Così Adani a parfaitement décrit son rapport avec la pagaie, faisant des parangons et utilisant sa propre fantaisie.

Cosa ti dà il padel che ti dava aussi il calcium?

“Je suis tellement de similitudes, je suis sûrement la couture du padel que nous ritroviamo en calcium : la lecture de la situation, la stratégie, la compétitivité, le mouvement qui profite au terrain en ingannando l’avversario. C’est ce que le padel donne, soprattutto a noi che abbiamo smesso di giocare a calcium da anni.

Dovessi paragonare vos caractéristiques en padel à celle d’un giocatore di calcium, à chi ti ispireresti?

“Andrebbe contestualizzato. A piace essere un giocatore di littura, tattico, analytique. Mi verrebbe dans l’esprit de Brozovic, mi piacerebbe je penserai à lui. Cerca di leggere le situazioni, è pulito quand servi. padel devi essere paziente, puoi aussi mettere una palla che non sia per forza decisiva e devi construcirti el punto col compagno. Brozovic non semper finalizza, ma diventa fondamentale nello sviluppo”.

Comment est née votre passion pour ce sport ?

“J’étais l’un des derniers amis, collègues et entreprises. L’arrivée a été le premier confinement, mais j’ai failli être transféré à Milan. Au début, ce n’était pas long dans ma tête et dans ma vie. Au moment où l’ ho scoperto tutto è cambiato : il padel ti fa svegliare Pensici e ti fa I will walk a letto continue to think”.

E fra gli amici della Bobo TV chi è il plus fort?
“Il giocatore plus professionnel, constant e pulito è Cassano. Lui dit qu’un padel est comme Gattuso, ripulisce et construit le point par il son compagnon, che gioca constamment un sinistra. Ne forcez pas mai la giocata, è esatmente l’opposto di ciò C’était dans le calcium. Poi c’è il temibile mancino di Bobo, ma lui ache a storia di anni di tennis. Lui sa chiudere ache dalla linea del servizio e ha questo taglio che è difficile da prendere. La mano di Bobo è perfetta Nick Ventola è indietro, è il più estroso, il più simpatico, ma il meno portato. Fa arrabbiare tutti ma è sicuramente il migliore a prendere le palline con il manico. ex giocatore che ha meno il senso del gioco del padel. A volte sembra che non abbia mai giocato né un padel né un calcium”.

In assoluto, fra gli ex giocatori, chi è quello che ti ha maggiormente impressionato ?
“Sicuramente a Roma c’è un livello altissimo, ma io no sento l’esigenza di crescere. Mon arrabbio tellement dans le domaine, mais ce bene con il mio livello di gioco. J’ai vu giocare Nicola Amoruso, il y a un taglio di rovescio unique. Lui mi piace tantissimo. Le padel a une magie, c’est très socialisant : c’est presque morbide à cause de la voglia que vous êtes venu regarder sur le terrain.”

La Quest’anno la Bobo Summer Cup sera concentrée sur le padel…
“Esattamente, tutto è born con il footvolley when Bobo sfidava i ragazzi in spiaggia. Poi con i social è nata la Bobo Summer Cup, accompagnata also dai giocatori di footvolley professionisti. Tutto, come semper, sarà devoluto alla onlus Heal, associazione fortement sostenuta Bernardo Corradi et Elena Santarelli. Noi diamo il nostro contributo, oltre a amatoriale tourism with PlayTomic, ci sarà la nostra esibizione. Le tre tappe sono già fissate: 10-11-12 giugno a Viareggio, il weekend dopo a Civitanova e 1- 2 et 3 Luglio a Jesolo. In ogni tappa il venerdì faremo la Bobo TV da un teatro. Era stata programmata già da prima dell’ultima wave della pandemie. E ovviamente le partete, i tornei e la Bobo TV andranno on wave his Twitch ” .

E poi, oltre al padel… ci sono i tormentoni. Ormai quello sulla parola “servilism” is diventato un cult di tutti i social. Evidemment abbinato avec le nouveau tube d’Elodie, Bagno a Mezzanotte.
“Je suis très heureux et legato ai ragazzi che mon seguono. Je voudrais parler à Giovanni et ce serait sûrement la deuxième voix de la Fifa, j’avais aussi été aiutato dans ce sens, legandomi di più a loro. Je me suis senti di dover avvicinare il calcium alla ea tour si vous pouvez vous en sortir aussi de cette façon. In passato ci sono stati altri tormentoni, ma credo que cette colpisca perché “servilismo” est sûrement une parola qui si peu utilisée. Ainsi aussi qu’Elodie riceve tantissimi tag ormai legati aussi a questo tormentone. fare a dei ragazzi in classe con la loro professoressa, a delle signore anziane ea tantissimi altri mi ha fatto divertire moltissimo”.

.

Leave a Comment