Italia-Macedonia, Mancini in conferenza stampa

Spareggi mondiali : il ct alla vigilia della sfida avec la Macédoine du Nord

Nous sommes invités Andrea Elefante

Je pense que les cinq derniers étaient “inutiles”. Giovedì Italia-Macedonia, il martedì successivo – se tutto andrà come deve andare – il “inside or outside” contre Portogallo ou la Turquie : la strada verso il Mondiale, che si è inopinément lastricata di difficoltà, à quel point le dernier bivio propose. Rimediare agli errori fatti e andarsi a giocare il Mondiale da Campioni d’Europa riabilitati, o rimpiangere le (troppe) occasioni cestinate. Quelle che avrebbero consentito di non ritrovarsi à ce stade.

Scénario

Ma Roberto Mancini n’aime pas garder toute la spalle : l’avenir est celui qui a commencé à se voir lorsqu’il est séduit par sa panchina della Nazionale. Ovvero : la sua Italia al Mondiale. Per vare a vincerlo : “Il bello sarà a novembre-dicembre. Facciamo passare questa seventimana di passione e poi vedremo cosa succederà”. Ma non succederà nulla di sbagliato, dit : “Allo scénario B, quello négatif, pensate solo voi : io penso allo scénario A. Esperiamo che sia A. Dobbiamo essere positivi anzitutto perché stiamo parlando di calcium e soprattutto perché possiamo attaccarci a basi solide We pense que nous pouvons bien marcher tutto, avec difficoltà perché non saranno partite facili, ma well. Non dovevamo essere qui, ma il calcium è fatto anche di questo”. Ed è fatto anche di cattivi pensieri, a volte: quelli che potrebbero avere i reduce dalla previous eliminazione mondiale, celle de novembre 2017. “Siamo umani, ci può stare: certe sensazioni possono rimaner, ci puoi Pensere. molto più recenti, bisogna ripartire da quelle”.

Certitude

Le basi solide, dunque: « Je suis digne de confiance parce que je suis un courageux giocatori, professionisti che hanno built dal nulla una victoria, quella dell’Europeo, a cui nessuno credeva. Ed è stata une victoire largement méritée. La fiducia deve deve departe da questo : no ci garantisce di are al Mondiale, ma non può no essere a solid base sapere di avere a squadra con qualità importanti”. base du jeu. Dunque dovremo cercare di giocare bene, di giocare come abbiamo semper giocato, sachant que ce qui est gras est non gras au cas où. L’obiettivo è vincere il Mondiale, bisogna vincere due partite : ci sarà da soffrire, ma altri discorsi non servono”.

Sceau

E no sarebbe servito neanche revoluzionare la squadra : “Ho cercato di chiamare i più utilisada, avremo che avremo pochissimo tempo per enllenarci e no ci sarà spazio per provare se se nuove. No abbiamo avuto il rinvio dell’ultima gara di campionato, ma a questo dot non si può fare più nulla, dunque stiamo concentrati solo su quello che dobbiamo fare. La base è quella dei giocatori dell’Europeo, tranne Bernardeschi che non sta benissimo: ho giocatori dei quali so di potermi fidare”. Sull’esclusione di Balotelli il ct non si sofferma troppo : “Non ci sono grandi spiegazioni dietro : Joao Pedro può giocare also seconda punta e esterno d’attacco. E comunque ho cercato di scegliere fra diversi tipi di attaccanti e Berardi e Scamacca stanno faisant face bene da un peu’ di tempo”. Motivazione aussi tattica, dunque. Tandis que le reste du temps Mancini farà fra la prima e la seconda partita saranno dettate più che altro dalle fisiche condizioni : “Ci sono cinque giorni fra la prima e la seconda partita : assez, per no stravolgimenti fra una e l’altra. C’est facile à préparer cela, rispetto alla gara con la Macedonia, che è già giovedì, e dunque sarà précédé d’un seul vrai remplissage, quello di domani. per scontata”.

Gufi et Gufetti

Di scontato invece c’è only il calore que può dare Palermo: “Il tifo di quello estadio è semper estato encitante e sono le due partite che possono portarci al Mondiale. Le président Gravina a-t-il parlé de gufi e gufetti? Quelli ci sono semper, I ne le voyez pas comme un gros problème : si nous nous concentrons, ce n’est qu’une partie du problème ». Je dubbi per il ct sono anzitutto in difesa, la distribution qui pourrait changer de più fra Macédoine et “finale” décisive : “Chiellini sta abbastanza bene, il fatto che abbia giocato ieri è positif. Probablement pas le giocherà entrambe, ma valuteremo insieme e Nous déciderons : nessuno sa meglio di lui come esta e cosa può dare. On me dit que può giocare due partite in cinque giorni lo faccio giocare… Bonucci sta abbastanza bene, sarà valutato per la seconda partita. Di sicuro ci serve a grande difesa come è stato all’Europeo: magari il distribution per la prima gara sarà a little unpublid rispetto al passato, ma abbiamo giocatori abbastanza esperti per partite così”. Et l’offre experte est Donnarumma per dimenticare il nonfacile moment psychologique : « Gigio è semper meglio averlo in squadra che averlo contro ». Abbastanza esperti sono Barella e Insigne per andare oltre qualche difficoltà fisica : “Non sono preoccupato : in Nazionale hanno semper fatto bene. Lorenzo forse non è nelle condizioni fisiche dell’Europeo, ma in queste partite tiri fuori altro : con la qualità sopperisci ad other coud”.

.

Leave a Comment