Conference: Roma-Feyenoord, verso la finale di Tirana LIVE – Sport

Roma-Feyenoord, tutto bientôt pour la finale de la Conference League à partir de 21h00 à Tirana. Dopo gli scontri di ieri sera tra tifosi e forze dell’ordine, sembra essere tornata la Calm around all’Arena Kombëtare. Trenta i feriti, di cui 20 poliziotti : tutti sono stati dimessi. Nel frattempo, 51 sostenitori della Roma sono stati portati a Durazzo e rimandati en Italie à bord de di traghettoin quanto “persone non gradite”.

MISES À JOUR EN VRAI TEMPO

15.43 – Francesco Totti è a Tirana, per la gioia delle migliaia di romanisti che, semper più, vanno riempendo le vie della capitale albanese, et en particulier quelle della fan zone a loro riservata. L’ancien capitaine est arrivé un peu tôt dans le mezzogiorno, invitation spéciale de la fédération albanaise, et de l’aéroport il s’est rendu directement à une grande organisation de la fédération, qui a été emprisonnée par le président de l’entité, Armando Duka, et son Premier ministre albanais Edi Rama, tifoso juventino dichiarato ma per questi giorni ‘convertitosi’ en sympathisant romanista (“J’aime l’Italie”), qui a eu une longue conversation avec Totti. au début hanno emprisonné partie aussi gli altri ex campioni della Roma Aldair, Vincent Candela et Gigi Di Biagio. Dopo pranzo Totti si è modeste albergo, al Plaza, une centinaia di metri dalla fan zone dei partisan de Feyenoord. Intanto vengono segnalati gli arrivi a Tirana even di Antonello Venditti, dell’attore Edoardo Leo et dell’ancien président dei giallorossi Rosella Sensi.

15h40 – Il piano sicurezza approntato dalla Prefettura è scattato stamattina alla 7: nelle strade d’elle Capitale Il reproduira le modèle adopté avec succès par l’Europe tout au long de l’année afin d’éviter, ou de limiter au maximum, tout trouble à l’ordre public. Au total saranno environ 1000 le force dell’ordine vous gêner. là Stade olympique è tutto soon per l’apertura dei tornelli per accogliere i circa 50 mila tifosi giallorossi che assisteranno su due maxischermi la finalissima.

14.03 – Consentir au deflusso des tifosi qui continuera d’être la finale de la Ligue de conférence de l’UEFA entre Rome et Feyenoord à travers et maxischermi dell’As Roma dello Stadio Olimpico, sa richiesta di Roma Capitale, le Comitato Provinciale dell’Ordine e la Sicurezza a été arrangé modifier le service de transport en commun de la Capitale. Je le rends Je remarque une communication. Le service de jour et de nuit sur l’ensemble du réseau de surface d’Atac sera régulièrement opérationnel sauf dispositions différentes du Comité. Toujours par le réseau métropolitain, le service sera régulé avec dernier corset dai capolinea alle ore 23.30. Sospesi i lavori nella tratta Castro Pretorio-Laurentina della metro B qui sera actif sur toute la ligne Rebibbia/Ionio-Laurentina. Ieri investit la Questura di Roma aveva disposto lo stop della rete di bus e tram di Atac e Roma Tpl, tout le territoire communal, dalle 22 alle 3.

13h25 – “Ai romanisti che sono già o stanno arrivando a Tirana e sono senza biglietto della partita, e credo siano tanti, dico di andare nella ‘fan zone’ a loro riservata, che è a parco praticamente ‘sigilato’ che si trova a sud dello stadium “. Pour rivolgere questo j’invite è L’ambassadeur d’Italie en Albanie, Fabrizio Bucci, que s’il se confesse “romain et romaniste” et qu’il sera présent “avec ma sciarpa giallorossa al collo” ce sera all’Arena Kombetare per attendere alla finale de la Ligue de conférence Rome-Feyenoord : “J’espère que je godermi la partita “. Dans les deux cas, il a été approuvé dans les deux “un groupe de travail qui donne due giorni è al lavoro H24 por essere pronti a ogni evenienza e fornire assistance. Io, por prima cosa, devo asicurarmi che la macchina funzioni”. Ma l’Ambasciatore Bucci vuole dit aussi qualcosa his coloro, di fede romanista, che sono stati fermati dalle forze dell’ordine o perfino già rimpatriati. “je suis pseudo-tifosi dit Bucci. Alcuni di loro ci risulta che siano stati fermati parce qu’ils n’ont pas essayé de surmonter le cordon di protezione frapposto dalla polizia in centro. Altri sono stati trovati con coltelli, cric e mazze e allora, parlando da tifoso, je dis que c’est du sport, et non una battaglia. Chi va alla partita comme on marche dans la guerre è a delinquente e creedo non ci sia altro da aggiungere”. C’è il tempo ache di una raccomandazione: “il nostro forte suggerimento alle autorità di qui di no ser alcol en contenitori di vetro è stato ascoltato – dit l’Ambasciatore – ma è già da ieri che girano gruppi di supporter olandesi ubriachi e wheno sono in queste diventano pericolosi, come si è è ieri sera: sort attention”

11.24 – Si vous continuez Dalle 7 di questa mattina Tout l’aéroport de Fiumicino sera partenze par Tirana dei charter avec à bord et tifosi giallorossi che, dagli spalti della National Arena (Arena Kombetare), assisteranno questa sera alla finale della Conference League che la Roma giocherà contro il Feyenoord. Au prix d’une amende decollo ogni 30 minutes à 14, heure de départ du dernier vol, saranno 12 i voli speciali, tra cui ache delle 12 de Ita Airways, qui porteranno nella capitale albanaise vers 2000 supporter. ET’ une macchia di colore giallorosso pour la présence à Leonardo da Vinci dei so many tifosi della Roma with indosso sciarpe, cappellini e maglie della Roma con i nomi dei loro beniamini, tra cui Abraham, Pellegrini e Zaniolo, ma c’è also chi rende omaggio a Totti e De Rossi , quella che caratterizza questa mattina l’area check-in dei Terminal 1 e 3. Soto il controllo di security della Polaria di Fiumicino and assistiti dal personale di scalo di Aeroporti di Roma, i tifosi, in queue davanti ai banchi accettazione, aspettano il tour de perroquet et, rire et battute di spirito, intonano di tanto in tanto qualche coro per gridare il perroquet “Forza Roma”. Tante poi le foto dei tifosi ei selfie fatti con i Vip incontrati in partenza per Tirana, tra cui Blanco, canotta bianca e occhiali da sole con lenti nere, e Antonello Venditti che, divertiti per il “caldo abbraccio” ricevuto, sono stati poi scortati bien jusqu’à la porte


Leave a Comment